vicino

Ti pensavo e mi sembravi cosi piccolo. Ho sentito l’innegabile e irrefrenabile bisogno di chiuderti in una mano. Quei pensieri che ti annebbiano il volto, ti colorano di grigio e che accomunano tutti gli esseri umani, a te sembravano affliggerti con piu forza e voracità, sembravano soffocare quel tuo tempo tanto amato e che ti hanno portato via. Portano via te, veramente te, e odio vederti stritolato. Ti pensavo e mi sembravi così grande, con un cuore illegibile complesso quasi estraneo e ho sentito il privilegio di farne parte. Ho sentito la sicurezza che tu fai parti del mio, e la paura immensa di non potermene accorgere ogni momento. Se solo potessi sapere con certezza chi sei, chi sarai anche senza di me, basterebbe a me sola, e forse non vedrei più tanto grigio perchè saprei di esserti stata infinatamente vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *