vita vile

Cuore di brina
Impronunciato
Sapore
Di lagna,
S’infiamma,
E come sciame
D’api
Costringe
Il respiro
In ginocchio,
Affranto,
S’avvampa,
A ingoiare terra
Masticata
Da carne
E cieco,
S’inganna,
Il destino
Degli occhi
Di mirare
Soltanto
Lontano
L’amara menzogna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *