ambo

Liquefatta
E d’orzo
Sentiva
Una volta ancora
La carne
Mescere
Piano
Bollire
E infrangersi
terrena.
Una volta ancora
Divorava
L’ebrezza
Alcolica
Dei baci
E l’ambra
Estiva
Delle carezze.
Un materno
Istinto
A custodire
Il sacro
Dei ricordi
E lento
É l’abbandono
Nelle corrisposte
intenzioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *